Pubblicato il rapporto annuale 2009 della CFCG

Comunicati, CFCG, 01.07.2010

Berna. A dieci anni dall’entrata in vigore della legge in materia, nel suo rapporto annuale la Commissione federale delle case da gioco (CFCG) rileva che gli obiettivi perseguiti dal legislatore sono perlopiù stati raggiunti. In occasione delle ispezioni effettuate nel 2009, la CFCG ha constatato che le case da gioco rispettano in larga misura le disposizioni legali. La diminuzione del prodotto lordo dei giochi ha fatto registrare un calo del gettito della tassa sulle case da gioco. Rispetto agli anni precedenti, la CFCG ha avviato un numero nettamente superiore di procedimenti penali.

A dieci anni dall’entrata in vigore della legislazione sulle case da gioco, la CFCG constata che gli obiettivi sono perlopiù stati raggiunti. Le previsioni finanziarie formulate in occasione dell’abolizione del divieto delle case da gioco sono state superate. La prevenzione sociale funziona in larga misura; dalle verifiche effettuate emerge che i fenomeni di dipendenza non sono aumentati in seguito all’attività delle case da gioco. La lotta contro il gioco d’azzardo illegale ha registrato successi, anche grazie alla cooperazione efficace con i Cantoni. Tuttavia la CFCG osserva che non è possibile far rispettare il divieto del gioco d’azzardo online se l’operatore agisce dall’estero.

Nel 2009 la CFCG ha effettuato un totale di 46 ispezioni presso le 19 case da gioco svizzere. A tale cifra vanno aggiunte altre 108 ispezioni ad opera di collaboratori dei Cantoni, con i quali la CFCG ha potuto concludere un accordo in merito. Si è potuto constatare che le case da gioco svizzere rispettano in ampia misura le disposizioni legali.

Per la seconda volta consecutiva, le entrate delle case da gioco hanno subito una contrazione rispetto all’anno precedente, il che, alla luce della progressività della tassazione, ha inciso maggiormente sul gettito tributario, in calo del 7,3 per cento rispetto al 2008. Il totale riscosso ammonta comunque a 479 milioni di franchi, di cui 406 milioni sono stati versati al Fondo di compensazione dell’AVS e 73 milioni ai Cantoni che ospitano i casinò con concessione B.

L’anno scorso la CFCG ha trattato 31 istanze che chiedevano la qualifica come apparecchio automatico per i giochi di destrezza. Ha inoltre avviato un procedimento penale in 118 casi di gioco d’azzardo illegale – nettamente di più rispetto ai due anni precedenti. La CFCG ha emesso 189 decisioni sanzionatorie e chiuso con passaggio in giudicato 82 procedimenti penali. Dall’inizio del 2008, oltre al numero dei casi, è aumentata anche la loro complessità; sono per esempio stati scoperti numerosi nuovi modelli di apparecchi automatici contenenti giochi d’azzardo abilmente camuffati.

Info complementari

Documenti

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 01.07.2010

Contatto

Contatto / informazioni

Jean-Marie Jordan Commissione federale delle case da gioco
T
+41 58 463 12 05