Progetti sperimentali

L’Ufficio federale di giustizia UFG (Settore Esecuzione delle pene e delle misure) concede sussidi a progetti sperimentali per sviluppare e sperimentare nuovi metodi e concezioni nell’ambito dell’esecuzione delle pene e delle misure nonché dell’assistenza stazionaria alla gioventù. Assume fino all’80 per cento dei costi di un progetto che adempie i tre criteri di un progetto sperimentale: deve essere innovativo, in altri termini deve sperimentare nuovi metodi e concezioni non ancora applicati in Svizzera. Deve inoltre essere rilevante nell’ottica della politica criminale, sociale e dell’esecuzione e deve poter essere applicato in forma analoga in altre regioni. Per la valutazione delle domande l’UFG è sostenuto da una commissione consultiva di esperti composta da rappresentanti della scienza e della pratica. La valutazione scientifica dei progetti sperimentali garantisce l’acquisizione di nuove conoscenze fondate sulle innovazioni sperimentate e la possibilità di impiegarle per nuovi sviluppi.

Dalla creazione della base legale nel 1987, l’UFG ha sostenuto circa 40 progetti sperimentali. Esempi particolarmente noti di ammodernamenti dell’esecuzione delle pene e delle misure sperimentati nell’ambito di progetti di questo tipo sono il lavoro di utilità generale come forma alternativa di esecuzione delle brevi pene detentive, nonché la sorveglianza elettronica dell’esecuzione delle brevi pene detentive e della parte finale delle pene detentive più lunghe (electronic monitoring) e la nozione di esecuzione delle sanzioni attenta ai rischi.

Ultima modifica 21.09.2020

Inizio pagina