Riparazione a favore delle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale

Legge federale sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981

Di che cosa si tratta?

Lo Stato riconosce le ingiustizie subite dalle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale. S’intende inoltre marcare un segno in chiave riparatoria: nel dicembre 2014 è stata lanciata l'iniziativa per la riparazione, poi ritirata perché il Parlamento ha approvato a netta maggioranza il controprogetto indiretto elaborato dal Consiglio federale. La nuova legge federale prevede un’esaustiva analisi scientifica e un contributo di solidarietà di 300 milioni di franchi a favore delle vittime. L’Ufficio federale di giustizia sta sbrigando a pieno ritmo le 9018 domande pervenute. Tutti i contributi di solidarietà dovrebbero essere versati entro la fine del 2020.

Cos’è stato fatto finora?

  • L'11 aprile 2013, la consigliera federale Simonetta Sommaruga chiede, a nome del Governo nazionale, scusa alle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale per i gravi torti subiti. L’evento commemorativo marca l’inizio di un’approfondita ricostruzione di questo triste capitolo del nostro passato (comunicato per i media).
  • Il 13 giugno 2013 viene avviata l'approfondita ricostruzione dei torti subiti dalle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale, affidata alla tavola rotonda (comunicati per i media).
  • Il 14 aprile 2014 il delegato per le vittime di misure coercitive a scopo assistenziale e la Catena della solidarietà hanno firmato una convenzione dando il via ufficiale al fondo d’aiuto (comunicati per i media).
  • Il 19 dicembre 2014 un comitato interpartitico inoltra presso la Cancelleria federale l'iniziaitiva per la riparazione.
  • Il 14 gennaio 2015 il Consiglio federale decide di contraporre un controprogetto indiretto all'iniziativa per la riparazione (comunicato per i media).
  • Il 24 giugno 2015 il Consiglio federale pone in consultazione il controprogetto all'iniziativa per la riparazione (comunicato per i media).
  • Il 4 dicembre 2015 il Consiglio federale adotta il messaggio concernente l’iniziativa per la riparazione e il controprogetto indiretto (comunicato per i media).
     
  • Deliberazioni parlamentari (15.082)
     
  • Il 30 settembre 2016 il Parlamento adotta il controprogetto indiretto all'iniziaitiva per la riparazione.
  • Il 10 ottobre 2016 il comitato d’iniziativa comunica alla Cancelleria federale di aver optato per il ritiro condizionato dell’iniziativa per la riparazione (dichiarazione).
  • Il 26 gennaio 2017 il termine per il referendum scade inutilizzato. La legge può quindi entrare in vigore il 1° aprile 2017.
  • Il 15 febbraio 2017 il Consiglio federale disciplina l’ordinanza relativa alla legge federale sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981 (comunicato per i media).
  • Fino al 4 luglio 2017 all’UFG sono pervenute 2536 domande per contributi di solidarietà a vittime di misure coercitive a scopo assistenziale (comunicato per i media).
  • Entro il 1° ottobre 2017 all’Ufficio federale di giustizia sono pervenute 3352 domande per un contributo di solidarietà (comunicato per i media).
  • A ognuna di vittime, che beneficiano della massima priorità in ragione di una grave malattia o dell’età avanzata, sarà versato in gennaio 2018 l’importo massimo di 25 000 franchi (comunicato per i media).
  • La Commissione peritale indipendente (CPI) istituita dal Consiglio federale per l’analisi scientifica degli internamenti amministrativi prima del 1981 e un gruppo di ricercatori del progetto Sinergia "Placing Children in Care 1940-1990" evidenziano varie sfide e difficoltà che rendono difficile o impossibile all’individuo chiedere un contributo di solidarietà (comunicato per i media).
  • La Tavola rotonda ha portato a termine il suo compito. Il 8 febbraio 2018, ha avuto luogo a Berna l’ultima riunione di questo organo (comunicato per i media).
  • Fino all’8 marzo 2018, l’Ufficio federale di giustizia ha accolto più di 1000 domande (comunicato per i media).
  • La consigliera federale Sommaruga ringrazia la Tavola rotonda per il suo impegno (comunicato per i media).
  • Grazie all’impiego di più personale, l’Ufficio federale di giustizia accelera il trattamento delle domande per il contributo di solidarietà (comunicato per i media).
  • Tra la primavera e l’estate 2019, la Commissione peritale indipendente (CPI) Internamenti amministrativi pubblica i risultati della sua analisi scientifica (comunicato per i media).
  • Il 27 novembre 2019 il Consiglio federale prende atto del rapporto finale sugli internamenti amministrativi (comunicato per i media).
  • Il 12 febbraio 2020 il Consiglio federale adotta un progetto di legge della Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati che prevede di abolire il termine per la presentazione delle domande di un contributo di solidarietà (comunicato per i media).

Documentazione

Legge federale sulla riabilitazione delle persone internate sulla base di una decisione amministrativa

Comunicati

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

Ultima modifica 12.02.2020

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di giustizia
Reto Brand
Bundesrain 20
CH-3003 Berna
T +41 58 462 87 01
F +41 58 462 78 79
Contatto

Stampare contatto

https://www.esbk.admin.ch/content/bj/it/home/gesellschaft/gesetzgebung/fszm.html