Un segnale contro la mutilazione degli organi genitali femminili

Il 1° luglio 2012 il Consiglio federale pone in vigore la nuova norma penale

Comunicati, Il Consiglio federale, 26.04.2012

Berna. Il Consiglio federale ha fissato al 1° luglio 2012 l’entrata in vigore della nuova norma penale contro la mutilazione degli organi genitali femminili. La modifica di legge contribuisce a prevenire e combattere tali pratiche.

Anche il diritto vigente punisce tutte le forme di lesione degli organi genitali femminili, giacché rientrano nella fattispecie della lesione grave o semplice. La nuova norma penale specifica contro la mutilazione degli organi genitali femminili lancia un chiaro segnale contro questa grave violazione dei diritti umani e consente di perseguire gli autori in Svizzera anche se hanno commesso il reato all’estero e se tale reato non è punibile nel luogo in cui è stato commesso.