Permettere l’adozione dei figliastri alle coppie omosessuali

Comunicati, Il Consiglio federale, 22.02.2012

Berna. Il Consiglio federale ritiene opportuno e nell’interesse del bambino permettere anche alle coppie omosessuali di adottare i figliastri. È invece contrario a concedere a tali coppie un diritto generalizzato all’adozione. È quanto afferma nella sua risposta, pubblicata mercoledì, alla mozione «Diritto in materia di adozione: pari opportunità per tutte le famiglie» presentata dalla Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati.

Il Consiglio federale nutre comprensione per la richiesta di permettere al partner registrato del padre o della madre di adottarne il figlio nato da una precedente relazione o proveniente da una precedente adozione singola. Sebbene già oggi molti bambini siano allevati da coppie omosessuali, essi non godono tuttavia delle medesime tutele giuridiche di cui beneficiano i figli di genitori sposati. L’adozione dei figliastri anche per le coppie omosessuali equiparerebbe giuridicamente i bambini allevati da partner registrati a quelli cresciuti da coppie sposate.

Il Consiglio federale è invece contrario a permettere in generale alle coppie omosessuali di adottare un bambino. Nella sua risposta rammenta che contro la legge sull’unione domestica registrata, entrata in vigore il 1° gennaio 2007, era stato lanciato il referendum. È convinto che il Popolo abbia accolto la legge a grande maggioranza perché elimina la discriminazione delle persone omosessuali senza permettere alle coppie in unione registrata di adottare un bambino e di ricorrere alla procreazione assistita.

Contatto / informazioni
Judith Wyder, Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 41 78, Contatto
Dipartimento responsabile
Dipartimento federale di giustizia e polizia, T +41 58 462 21 11, Contatto