Rapporto parziale sulle domande di asilo inevase depositate in Ambasciata

Comunicati, Il Consiglio federale, 01.12.2011

Berna. Mercoledì il Consiglio federale ha deciso di pubblicare il rapporto parziale sulle domande di asilo depositate nelle Ambasciate svizzere di Damasco e del Cairo tra il 2006 e il 2008 e in seguito rimaste inevase. Il rapporto parziale si limita a illustrare i fatti rinunciando all’apprezzamento giuridico. Pubblicando il rapporto, il Consiglio federale intende comunicare quanto appurato finora. Il rapporto finale è previsto per la fine dell’anno.

Tra il 2006 e il 2007 nelle Ambasciate di Svizzera in Siria e in Egitto sono state depositate dalle 7’000 alle 10’000 domande di asilo di cittadini iracheni, rimaste poi inevase per svariati anni. Alla fine di agosto, dopo essere venuta a conoscenza dell’accaduto, il Capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia ha incaricato Michel Féraud, già giudice federale, di svolgere un’inchiesta esterna per fare luce sui fatti. L’inchiesta doveva accertare se si sono verificati casi di respingimento o di violazione del diritto vigente o degli obblighi d’informazione; avrebbe inoltre dovuto fungere da base decisionale per il trattamento corretto delle domande rimaste inevase. Accogliendo le richieste avanzate da più parti, il Consiglio federale ha ora deciso di pubblicare un primo rapporto parziale, che però si limita a illustrare i fatti. Pubblicando il rapporto, il Consiglio federale intende comunicare quanto appurato finora. L’inquadramento giuridico e l’ulteriore procedura saranno definiti nel rapporto finale, che sarà presentato come previsto entro la fine dell’anno in corso.

Contatto / informazioni
André Simonazzi, Cancelleria federale, T +41 31 322 37 03, Contatto
Dipartimento responsabile
Dipartimento federale di giustizia e polizia, T +41 58 462 21 11, Contatto