La consigliera federale Sommaruga al comitato misto Schengen

Comunicati, DFGP, 24.02.2011

Berna. Oggi il capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, la consigliera federale Simonetta Sommaruga, è intervenuta al comitato misto Schengen del Consiglio dei ministri di giustizia e dell’interno dell’UE a Bruxelles. L’incontro dei ministri dei Paesi UE e degli Stati Schengen verteva tra l’altro sulla migrazione proveniente dall’Africa settentrionale.

Il comitato misto Schengen ha discusso lo stato di attuazione del sistema d’informazione sui visti (CS-VIS) e il sistema d’informazione Schengen di seconda generazione (SIS II). L’Agenzia europea per le frontiere esterne Frontex ha poi illustrato le attività previste per il 2011.

Sull’agenda figurava anche il punto della situazione in merito ai preparativi per l’adesione a Schengen della Bulgaria e della Romania; i progressi fatti dai due Paesi hanno suscitato l’apprezzamento dei presenti. La Commissione ha infine presentato a grandi linee il meccanismo di sorveglianza applicato agli Stati terzi esentati dall’obbligo del visto per lo spazio Schengen.

I ministri e la Commissione hanno infine discusso il frangente venutosi a creare in Africa settentrionale, compresa la situazione umanitaria, soffermandosi sui provvedimenti che gli Stati Schengen e i Paesi UE potrebbero adottare per far fronte a eventuali flussi migratori più consistenti all’interno dell’Africa settentrionale e in direzione dell’Europa. Rientrano in quest’ottica in particolare gli interventi Frontex, ai quali prende parte anche la Svizzera. Allo stato attuale delle cose riveste grande importanza l’analisi dei rischi e della situazione.

Contatto / informazioni
Sabrina Dallafior, Missione svizzera presso l’UE, tel. +32 2 286 13 04