Commissione federale delle case da gioco

Case da gioco: È terminata la fase di rilascio delle concessioni - Tutti i casinò sono in esercizio

Comunicati, CFCG, 25.06.2004

Berna, il 25 giugno 2004. Nell’ambito delle case da gioco, il 2003 ha registrato la conclusione della fase di rilascio delle concessioni. In un periodo relativamente corto, le 21 case da gioco sono riuscite a creare un’offerta di un livello degno di nota. Esse hanno rispettato le attese fiscali legate alla soppressione della proibizione delle case da gioco.

Nel corso del 2003, la Commissione federale delle case da gioco (CFCG) ha potuto porre termine alla fase di rilascio delle concessioni. Altri sei casinò hanno iniziato il loro esercizio. Si tratta, in ordine d’apertura, dei gran casinò di Montreux, Basilea e San Gallo e dei casinò B di Granges–Paccot, Locarno e Meyrin. Tuttavia due esercizi non sono riusciti a resistere alle dure condizioni economiche: la CFCG ha dovuto ritirare la concessione al casinò di Arosa, in ragione di una cifra d’affari insufficiente che causava il consumo del capitale proprio. Nel frattempo il medesimo destino è toccato al casinò di Zermatt, a cui è stata sospesa la oncessione nel corso del 2003.

Le attese nell’ambito fiscale sono state rispettate
In maniera generale, il settore svizzero delle case da gioco è riuscito in breve tempo a raggiungere un livello notevole in materia d’offerta di gioco, sicurezza e prevenzione sociale. Nell’insieme, le case da gioco hanno ottenuto dei buoni risultati economici. Nel 2003, i casinò hanno realizzato un prodotto lordo dei giochi vicino ai 561 milioni di franchi. L’imposta sulle case da gioco ha permesso di raccogliere 260,8 milioni di franchi. Di quest’importo, 223,8 milioni di franchi sono stati attribuiti al fondo di compensazione dell’AVS e circa 37 milioni di franchi sono stati ridistribuiti ai cantoni di sito dei casinò B. In tal modo sono state rispettate le attese legate all’abolizione del divieto delle case da gioco.

Punto centrale: la lotta contro il gioco d’azzardo illegale
La CFCG ha seguito con particolare attenzione anche la lotta al gioco d’azzardo illegale. Nell’anno in esame. Sono state aperte 169 nuove procedure penali. Nello stesso periodo sono cresciute in giudicato 126 decisioni. In quest’ambito, con 363 procedure pendenti a fine 2003, il carico di lavoro è probabilmente destinato ad aumentare.

Apparecchi automatici per lotterie
Continua a mancare una delimitazione tra la Legge sulle case da gioco e quella sulle lotterie che risponda alle attuali esigenze. In quest’ambito, la CFCG desidera in particolare chiarire se gli apparecchi “Tactilo” siano degli apparecchi automatici da gioco sottoposti alla Legge sulle case da gioco. La CFCG ha quindi deciso di proibire provvisoriamente l’installazione degli apparecchi automatici per le lotterie.

Contatto / informazioni
Jean-Marie Jordan, Commissione federale delle case da gioco, T +41 31 323 12 05