Ufficio federale di polizia

Aumenta il numero dei reati, diminuisce quello dei decessi legati al consumo di stupefacenti

L'Ufficio federale di polizia pubblica la statistica criminale di polizia e la statistica degli stupefacenti 2002

Comunicati, fedpol, 05.06.2003

Lo scorso anno il numero dei reati commessi in Svizzera è aumentato dell'11,6 percento, il che corrisponde all'aumento più consistente dal 1982. Ciononostante il numero complessivo dei reati è rimasto inferiore al livello massimo raggiunto nel 1991. Per quanto riguarda i decessi legati al consumo di stupefacenti è stato registrato il livello più basso dal 1987. Queste informazioni sono contenute nella statistica criminale di polizia e in quella degli stupefacenti che l'Ufficio federale di polizia ha presentato giovedì.

La statistica criminale di polizia ha registrato durante lo scorso anno 307'631 reati, vale a dire circa 30'000 in più rispetto al 2001. Un incremento è stato registrato in particolare per quanto riguarda minacce, omicidi, appropriazioni indebite e furti. Il numero delle minacce è aumentato del 23,9 percento rispetto al 2001.

Gli atti di violenza e le minacce nei confronti di funzionari pubblici sono aumentati addirittura del 51,1 percento. Per quanto riguarda gli omicidi e i tentati omicidi sono state registrate 213 denunce, il che equivale al numero più elevato dal 1990 e ad un aumento del 21,7 percento rispetto al 2001, benché non vi sia stato nessun caso singolo con un elevato numero di vittime, come quello accaduto a Zugo nell'autunno del 2001.

Lo scorso anno il numero delle appropriazioni indebite è aumentato del 13,5 percento, quello dei furti dell'11,9 percento. Anche le denunce per reati contro l'integrità sessuale hanno subito un aumento del 15,2 percento, quelle per coazione del 9,7 percento e quelle per violenza carnale del 6,6 percento.

La statistica criminale di polizia ha registrato una diminuzione delle denunce per estorsione, le quali sono calate del 7,3 percento rispetto al 2001. È rimasto stabile il numero di denunce per reati patrimoniali e frode.

Numero più basso di decessi per consumo di stupefacenti dal 1987.

La statistica degli stupefacenti registra un'ulteriore diminuzione del numero di decessi per consumo di stupefacenti. Ne sono stati registrati 167, 30 in meno rispetto al 2001, corrispondente ad una diminuzione del 15,2 percento. Il numero dei decessi per consumo di stupefacenti ha raggiunto così il livello più basso dal 1987.

Nel corso del 2002 è per contro aumentato Il numero delle infrazioni contro la legge sugli stupefacenti. Sono state registrate 49'201 denunce, vale a dire il 6,7 percento in più rispetto al 2001. Anche le denunce per traffico di stupefacenti sono aumentate del 15,4 percento, raggiungendo quota 3'447.

La maggioranza dei casi riguardava il traffico di cocaina, seguito da quello di canapa indiana e di eroina. Le denunce per consumo di stupefacenti (39'603) sono aumentate del 5,8 percento, quelle per contrabbando (248) dell'8,3 percento.

Anche la quantità sequestrata di cocaina, amfetamine e derivati della canapa indiana è aumentata. Per quanto riguarda questi ultimi, in tutta la Svizzera ne sono state sequestrate 24 tonnellate, il che equivale alla quantità più elevata in assoluto. Per contro, la quantità di eroina e LSD sequestrata nel 2002 è stata inferiore rispetto all'anno precedente.

Contatto / informazioni
Comunicazione e media fedpol, T +41 58 463 13 10, Contatto