Svizzera e Francia semplificano la procedura d'assistenza giudiziaria

L'accordo aggiuntivo alla Convenzione europea di assistenza giudiziaria in materia penale entra in vigore il 1° maggio 2000

Comunicati, DFGP, 28.04.2000

L'accordo aggiuntivo alla Convenzione europea di assistenza giudiziaria in materia penale la cui entrata in vigore è prevista per il 1° maggio 2000 semplifica e accelera la procedura d'assistenza giudiziaria tra Francia e Svizzera. L'accordo aggiuntivo prevede segnatamente che le autorità giudiziarie e amministrative di entrambi gli Stati che perseguono atti punibili possono rivolgere le domande d'assistenza giudiziaria direttamente all'autorità competente dello Stato richiesto. Le domande non dovranno quindi più essere trasmesse per il tramite dell'Ufficio federale di polizia (UFP) o del Ministero della giustizia a Parigi.

Inoltre i beni patrimoniali sequestrati che provengono da reati potranno essere consegnati al Paese richiedente non solo come mezzi di prova per un procedimento penale, ma ora anche perché vengano restituiti alla persona che ha subito il danno. Tutti i documenti procedurali e le sentenze giudiziarie potranno, inoltre, essere inviati direttamente al destinatario per via postale, fatto, questo che sgraverà sensibilmente l'onere amministrativo delle autorità preposte all'assistenza giudiziaria.

Berna, 28 aprile 2000

Contatto / informazioni
Servizio d'informazione DFGP, T +41 58 462 18 18, Contatto